Corso Triennale di Formazione dello Psicomotricista.

CORSO TRIENNALE DI FORMAZIONE dello PSICOMOTRICISTA  – Professione Psicomotricista /specialista PP

“Prevenzione educativa – educazione psicomotoria – aiuto psicomotorio – osservazione e terapia psicomotoria”

con il Patrocinio ed il riconoscimento dell’API – Associazione Psicomotricisti Italiani /Registro professionale Psicomotricisti.

Iscrizioni fino al 10 ottobre ’17  . Open Day per informazioni e colloqui di selezione,  su prenotazione.

Il Corso Triennale  dà qualifica di “Psicomotricista-specialista PP”, con possibilità di iscrizione all’Albo di categoria.

 Il Corso propone una formazione in educazione psicomotoria ed in aiuto psicomotorio terapeutico  individuale e di gruppo.

Per conoscere date e modalità per i colloqui di selezione contattare telefonicamente o tramite mail la segreteria Cnrpp.

( CNRPP : tel. 02.865718,  mail. cnrpp@cnrpp.com ,  via Appennini 163-165 – 20151 Milano / martedì e giovedì h.16-20. Chiusura estiva dal 20 giugno al 5 settembre.

L’attestato finale del Corso Triennale consente l’iscrizione all ‘ALBO- Registro Professionale dell’API – Associazione Psicomotricisti Italiani, con rilascio della Certificazione di Competenza, secondo la normativa e la legislazione vigente ( legge 14-01-2013 n.4 – G.U. n.22 del 26-01-2013 ).

Il Corso si rivolge ad operatori dell’infanzia e socio-sanitari , psicologi, pedagogisti, terapisti, educatori, insegnanti ed a tutti coloro che, già in possesso di un titolo di studi superiore ( diploma o laurea), intendono formarsi ad una professionalità psicomotoria nel campo dell’aiuto educativo e  terapeutico.

Docenti del Corso : dott.Vicenç Arnaiz, dott.Annella Bartolomeo, prof. Edvige Carletti, dott.Tiziana Casalino, dott. Simone Cavallotti,  prof.Grazia Cenerini, prof.Fulvio Clementi,

                                         dott.Silvia Esposito, prof.Cristina Ferrarini, psicom.Tommaso Gazzotti, dott.Alessio Guizzardi Pini, dott.Sara Lombardi,  dott.Valerio Maria Monzani.

Obiettivi del corso:

  • conoscere il quadro della pratica psicomotoria in dimensione sistemica.
  • conoscere le tappe dello sviluppo psicomotorio del bambino.
  • comprendere Il senso teorico dell’espressività motoria.
  • riconoscere il disturbo espressivo nella dinamica d’azione.
  • comprendere gli aspetti clinici nella relazione d’aiuto.
  • formarsi secondo il profilo professionale dello psicomotricista.

La Formazione nel triennio è di 1200 h. ( 400 h. annue ) e si articola in tre aree tra loro complementari:

  • Formazione teorica

Fondamenti di anatomia, biologia, neurofisiologia. Psicologia generale, sistemica e dello sviluppo. Teoria della pratica psicomotoria e quadro sistemico. Neuropsicologia: funzioni e alterazioni dei canali comunicativi. Psicosomatica: il sintomo e le alterazioni delle funzioni. Psicodinamica: sviluppo psicologico della motricità. Clinica neonatale, psicopatologia di base, neuropsichiatria infantile.

  • Formazione pratica

Tirocinio guidato con osservazione e coconduzione in educazione ed in aiuto psicomotorio: tirocinio e teoria della pratica sono parti fondamentali della formazione. Lezioni sulla metodologia dell’aiuto psicomotorio, il progetto, il colloquio, le alleanze sistemiche. Ricerche teoriche sul quadro dell’osservazione psicomotoria e sul setting di riferimento, sulle condizioni, luoghi e fasi della seduta in relazione alla teoria di base. Lezioni teoriche sull’analisi psicomotoria e semiotica del gioco e dell’espressività motoria del bambino

  • Formazione personale

Analisi delle dinamiche relazionali individuali e di gruppo. Dimensione proiettiva e ricerca di senso in rapporto alla storia del corpo. Strumenti della comunicazione nella relazione d’aiuto. Espressività corporea ed analisi tonico-gestuale. Analisi dell’azione , dell’ interazione,  della simbolizzazione. Lettura del linguaggio simbolico in relazione tonico -emozionale.

  • Dispositivo Istituzionale ( G.Mendel )

Attivazione di strategie comunicative tra allievi e struttura formativa . Dispositivo che sostiene il rapporto di uguaglianza tra i vari collettivi.

La metodologia didattica del Corso prevede:  Lezioni pratiche e teoriche, Seminari, Stages  e Tirocini guidati, Gruppi di studio con sostegno di un tutor. Il Tirocinio è con prenotazione dell’allievo su ampie possibilità di orari e di progetti. Il calendario viene dato a inizio corso e prevede lezioni da ottobre a giugno, con l’utilizzo per ogni mese di un weekend  e  due pomeriggi (martedì o giovedì h. 16/20) , con un programma individualizzato per il tirocinio. Si accede al Corso con il colloquio di ammissione e la valutazione dei titoli di studio ( presentare curriculum e attestati ). Sono previste nel corso: la verifica in itinere sul processo formativo individuale, la valutazione della tesina annuale e della tesi di fine triennio. Il rilascio dell’Attestato finale è subordinato alla frequenza di almeno l’80% delle  h di lezioni ed alla valutazione positiva da parte dei docenti.